Archivio

Archive for the ‘Partizioni’ Category

Cos’è e come funziona LVM?

19 settembre 2010 17 commenti

Logical Volume Manager

Il classico partizionamento usato nella maggior parte delle installazioni casalinghe è quello basato su MBR (Master Boot Record) e tabella delle partizioni MSDOS.

Con questo sistema è possibile avere un massimo di 4 partizioni primarie oppure fino a 3 partizioni primarie, una partizione estesa e all’interno di quest’ultima infinite partizioni logiche.

Il limite principale di questa architettura è dato dalla rigidità di questa organizzazione delle risorse. Le partizioni sono fisse e non possono essere separate in più dischi, non possono essere modificate senza smontarle e lo spazio per il file system è quello prefissato, non può né crescere né diminuire senza smontare tutto e rifare le partizioni.

Leggi tutto…

Ho bisogno di un’icona per il nuovo gMediaCatalog

08 agosto 2010 23 commenti

Il programma non è ancora pronto ad essere rilasciato ma già so che mi servirà una bella icona per questa nuova applicazione di nome gMediaCatalog.

Si tratta di un catalogatore di supporti per consentire di tener traccia dei files contenuti su CD e DVD senza fare i disc-jockey con i dischi per trovare i files che interessano. Si potranno sfogliare tutti i supporti come se fossero sempre inseriti.

Mostro qui due anteprime dell’interfaccia ancora provvisoria.

gMediaCatalogFinestra principale di consultazione dei supporti

gMediaCatalog scan OBEXFinestra di inserimento di un nuovo volume

Ricorda i software gWhere (ottimo progamma ma abbandonato e assai primitivo), Gnome Catalog (troppo lento e mediamente abbandonato) o il vecchissimo ma ottimo SmartCat 97 di Windows (ovviamente troppo limitato per usarlo su Linux).

gMediaCatalog inoltre, essendo basato su GIO, consente di analizzare e accedere a risorse di tutte le tipologie: dischi e files locali, siti remoti FTP, condivisioni Samba, telefoni collegati via Bluetooth (come nella figura sopra) e qualsiasi altra risorsa che sia accessibile direttamente.

Visto che si avvicina il momento del rilascio avrei bisogno di un’icona, preferibilmente vettoriale, che possa rappresentare l’applicazione e che quindi possa divenire anche il logo del programma.

Naturalmente l’autore dell’icona manterrà il proprio copyright sul file di icona, basta che sia rilasciata in una licenza compatibile con la GPL e le DFSG.

Qualsiasi contributo è benvenuto, grazie a chiunque si proporrà.

Il progetto ovviamente è totalmente Open Source e il codice disponibile nel repository ufficiale su Google Code: http://code.google.com/p/gmediacatalog/. Quando sarà pronto verrà annunciato ufficialmente su questo blog e sarà disponibile nei repository di Ubuntu Trucchi.

Installare Express Gate da Ubuntu

31 maggio 2010 19 commenti

Express GateExpress Gate è un sistema della ASUS basato sul software Splashtop di DeviceVM, una distribuzione commerciale GNU/Linux per l’avvio istantaneo del computer. All’accensione del computer, prima che parta il controllo hardware del BIOS, viene avviato Splashtop dal quale l’utente ha la possibilità di navigare, giocare online, chattare su MSN, Yahoo e Skype, guardare le fotografie o leggere file PDF.

Express Gate però non è preinstallato sulle schede madri ASUS ma è necessario avviare la sua installazione tramite DVD di supporto alla scheda madre, solo che ovviamente, l’installer è soltanto per Windows, vediamo quindi come eseguire la sua installazione da Ubuntu. Leggi tutto…

Recuperare lo spazio perso con la formattazione

17 maggio 2010 23 commenti

Il comportamento predefinito delle partizioni formattate in ext2/3/4 è quello di riservare una certa percentuale di spazio per l’uso esclusivo da parte di root.

Ciò è studiato in modo da evitare che gli utenti possano saturare una partizione al 100% e quindi impedire a root eventuali operazioni di ripristino della partizione. Questa percentuale per impostazione predefinita è il 5% dello spazio totale della partizione. Leggi tutto…

Installare Ubuntu da rete senza CD

07 marzo 2010 19 commenti

Quando è necessario installare più computer contemporaneamente e non si dispone di CD oppure di pennette USB oppure i computer non supportano il boot da USB è possibile installare Ubuntu attraverso la rete locale.

Questo articolo utilizzerà un’installazione preesistente di Windows per consentire l’installazione dalla rete di Ubuntu tramite protocollo PXE. E’ fondamentale che sia disponibile una connessione internet per completare l’installazione che per la maggior parte verrà eseguita tramite Internet. Leggi tutto…

Pagine: 1 2 3 4 5

Montare una partizione con superblocco non valido

11 luglio 2009 10 commenti

Ho un hard disk morente, presenta numerosi errori ma il principale riguarda l’impossibilità di montare il file system, il mount infatti riporta l’errore:

sudo mount /dev/sdc1 /mnt
mount: tipo fs errato, opzione non valida, superblocco su /dev/sdc1
danneggiato, codepage o programma ausiliario mancante, o altro errore.
In alcuni casi si possono trovare informazioni utili in syslog.
Provare ad esempio 'dmesg | tail'

Leggi tutto…

Creare una directory crittografata

21 febbraio 2009 9 commenti

Per proteggere la nostra privacy è possibile crittografare uno o più files in varie maniere, un sistema semplice basato su gpg l’abbiamo visto alcuni giorni fa, vedremo stavolta come creare un intero file system crittografato che mostrerà i dati in chiaro solo nel momento in cui verrà montato e una volta smontato conterrà soltanto files illeggibili perché crittografati. Leggi tutto…