Home > Links, Linux, Ubuntu > Preparati all’arrivo di Maverick

Preparati all’arrivo di Maverick

09 ottobre 2010

Il 10-10-2010 sarà rilasciata Ubuntu Maverick Meerkat, detta anche Ubuntu 10.10 e come succede ogni semestre scatterà la nevrosi collettiva.

Ecco un paio di informazioni utili da conservare sotto il cuscino sul quale poggiare la testa questa notte:

  1. A che ora esce Maverick?

    La data del 10-10 non indica la mezzanotte italiana!

    E’ inutile martellare i server oppure inondare i forum chiedendo quando esce Maverick? E’ uscita Maverick? Non se ne parla prima della sera del 10 ottobre.

  2. Dove posso scaricare Maverick?Quando sarà disponibile la si troverà sull’home page del sito ufficiale http://www.ubuntu.com sia in forma di immagine ISO sia con i torrent.
  3. Ok, ho trovato la ISO ma scarica molto lentamente!I primi giorni i server saranno sovraccarichi di richieste e tutti quanti gli utenti scaricheranno molto lentamente. Se si vuole scaricare più velocemente e fornire un contributo conviene utilizzare i files torrent.

    Quando è terminato lo scaricamento del file lasciatelo in condivisione, altri utenti come voi beneficieranno della fonte. Meno utenti condivideranno il file anche dopo lo scaricamento e più lentamente andranno tutti quanti. C’è solo da perderci!

  4. Come posso esser certo di scaricare il file corretto?Se la pagina da cui si scarica parla di Release Candidate allora non è la versione definitiva, bisogna attendere l’arrivo del file definitivo.

    Altresì se il nome del file si chiama ubuntu-10.10-rc-* anche questa non è la versione definitiva.

  5. Ho scaricato il file, posso controllare che non sia danneggiato?Se si è scaricato il file tramite torrent esso sarà automaticamente controllato durante lo scaricamento, riducendo le possibilità che il file risulti danneggiato.

    Se si è scaricato il file ISO dal sito web, nonostante le ore di attesa, è possibile che alla fine il file risulti danneggiato e vada scaricato nuovamente da capo. Ancora una volta ribadisco la sensatezza di usare i torrent.
    Se non si ha la possibilità di usare i torrent è possibile verificare il checksum md5 ottenuto in questa pagina (ATTENZIONE! assicurarsi che il file sia quello corretto come spiegato al punto 4).

  6. Posso eseguire l’avanzamento di versione?Personalmente sconsiglio sempre l’avanzamento di versione perché porta quasi sempre difetti, spesso non facilmente riparabili. Esistono dei rischi concreti che la macchina non si avvii più dopo l’aggiornamento, quindi farsi i dovuti backup prima.

    Se si vuol per forza eseguire l’avanzamento non farlo assolutamente nei primi due giorni dal rilascio. I server sono presi d’assalto e la procedura di aggiornamento potrà richiedere molte ore per scaricare tutti gli aggiornamenti e in casi molto frequenti potrà anche interrompersi e lasciare il sistema in uno stato incompleto.

  7. Cosa consigli di fare per passare a Maverick?Il mio consiglio è quello di creare una nuova partizione separata di circa 5 o max 10 GB per il nuovo sistema operativo e una partizione separata (se non la si possiede già) per la home.

    In questo modo se Maverick non dovesse funzionare oppure si comportasse male sarà sempre possibile avviare il sistema precedente ancora funzionante.

Questa notte dormite sonni tranquilli, Maverick non arriverà né a mezzanotte, né di mattina né nel primo pomeriggio (ora italiana). 🙂

E’ arrivata all’incirca alle 11:30, avete dormito sonni tranquilli o siete rimasti davanti al browser a premere F5 tutta la notte?

Annunci
  1. Cippaciong
    10 ottobre 2010 alle 13:50

    Nel mio computer invece forse non arrivera’ mai Maverick. Forse questa sara’ la prima release che non installero’.
    Dopo aver iniziato con Ubuntu (8.04) e non aver saltato nemmeno una versione (si’ ero sempre li’ a premere f5) probabilmente abbandonero’ tutto e usero’ definitivamente Arch che ho scoperto qualche mese fa =).

  2. riccardo
    10 ottobre 2010 alle 14:11

    questa storia del torrent è fantastica…come faccio a scaricare anche i film/musica in questo modo senza usare amule?

    • 10 ottobre 2010 alle 14:22

      Riccardo

      a) non e` il luogo adatto dove porre queste domande
      b) e` quasi certamente illegale cio` che stai chiedendo

  3. riccardo
    10 ottobre 2010 alle 14:28

    ahahahaha è vero muflone!!!diciamo allora che sono curioso circa il mondo del torrent…potreste suggerirmi una guida online fatta molto bene per un utente ai primi passi per uno di questi programmi???ovviamente programmi per ubuntu..

    • 10 ottobre 2010 alle 14:36

      no, non offro questo tipo di aiuti

  4. riccardo
    10 ottobre 2010 alle 14:45

    ok grazie cmq muflone!!!

  5. Sanzo
    10 ottobre 2010 alle 14:54

    Domanda probabilmente molto banale, per evitare d’intasare i server principali, esiste il modo per scaricare ubuntu 10.10 da qualche altro server?
    Ricordo che con le precedenti release c’era la possibilità di scegliere che server mirror usare. Era molto comodo sia per me che per canonical.
    Userei molto volentieri torrent come facevo tempo fa, ma purtroppo il mio provider mi filtra il p2p durante le ore diurne e visto che domani ricomincia l’università e con essa ricominciano gli impegni volevo provare la 10.10 quanto prima.

    • Sanzo
      10 ottobre 2010 alle 15:01

      Forse ho trovato da solo, anche se ho notato che non tutti i server sono attualmente aggiornati. C’è chi ha ancora solo la RC e chi non ha nemmeno quella rotfl
      Grazie comunque del… supporto morale? XD

      • Sanzo
        10 ottobre 2010 alle 15:06

        Potessi editare i post…
        contro ordine, non ho trovato. Ci sono solo i dvd :/

      • 10 ottobre 2010 alle 16:19

        ci sono decine di server da cui scaricare l’iso.

        questa pagina ogni volta che la ricarichi cambia server
        http://www.ubuntu.com/start-download

      • Sanzo
        10 ottobre 2010 alle 19:56

        Qualche versione fa dovevi scegliere tu il mirror, adesso hanno automatizzato! Avevo immaginato avessero adottato un sistema del genere alla canonical perché il sito oggi non mi è sembrato bloccato come i vecchi tempi, era si rallentato un filino ma era accessibile.
        Comunque alla fine ero riuscito a scaricarlo da un server austriaco ma non l’ho scritto perché non volevo fare un monologo di post uno in coda all’altro, visto che non avendo un account su wordpress (penso) non posso modificare o cancellare post.
        Grazie comunque

  6. Sanzo
    10 ottobre 2010 alle 20:05

    Altra domanda… ti sto monopolizzando l’articolo XD
    Volendo provare la 10.10 ma tenendo la 10.04 mi sono liberato un pò di spazio nella parte più esterna dell’hd e li ci ho installato la 10.10.
    Alla domanda dove volessi installare il bootloader, siccome volevo lasciare la gestione del grub a ubuntu 10.04 gli ho detto d’installarselo nella partizione dove ho installato la 10.10 che nello specifico era tipo sda6.
    Tutto funziona perfettamente, dopo l’installazione ho aggiornato il grub della 10.10 che mi rileva correttamente tutti i so che partono normalmente.
    Domanda, ho agito correttamente? Se avessi lasciato che la 10.10 installasse il suo bootloader su sda come voleva poi l’mbr avrebbe puntato alla 10.10 e quindi se tra qualche giorno l’avessi rimossa mi sarei trovato a dover ripristinare il grub della 10.04, giusto?
    Altra domanda, se invece gli avessi detto d’installare il bootloader in una partizione di / di ubuntu 10.04 cosa sarebbe successo?

    • 10 ottobre 2010 alle 20:15

      da quel che dici dovresti aver mantenuto sull’mbr il grub della 10.04.
      senza eseguire update-grub sulla 10.04 mi sembra strano che ti abbia rilevato anche la 10.10.

      in generale l’installazione di grub nelle partizioni non e` affidabile (anzi diciamo pure che quasi sempre non funziona), per cui ti dovrebbe comunque restare il precedente grub attivo e funzionante.

      se l’avessi installato nella partizione della 10.04 non sarebbe cambiato niente, sarebbe rimasto lo stesso quello della 10.04 attivo sull’mbr.

      • Sanzo
        10 ottobre 2010 alle 22:01

        Non l’ho scritto, ma si, ovviamente subito dopo l’installazione la 10.10 non c’era e non poteva esserci visto che la 10.04 non sapeva nulla di quello che stavo facendo 🙂
        Aggiornato il grub della 10.04, riavviato ed è comparsa anche la 10.10. Si si, era implicito.

        Guarda, quello che m’interessa non è l’affidabilità dell’installazione del bootloader su partizione, anzi era proprio quello che volevo, che non funzionasse! Così da non rompere le scatole alla 10.04. Quindi direi che è perfetto così. Soprattutto perchè nelle precedenti edizioni potevi dirgli di non installarlo, mentre qui ti obbliga a farlo :/

        M’interessava sapere cosa succedeva se installavo il bootloader su una partizione per sapere cosa faceva, per sapere se paciguava e mi cancellava i dati o cose del genere, comunque ho capito anche questo.

        Ultima domanda, ma con bootloader intende il grub o l’mbr? Perchè fino alla 10.04 veniva chiamato mbr e sapevo cosa stavo facendo, ora di punto in bianco mi diventa bootloader e sono rimasto un attimino spiazzato.

      • 10 ottobre 2010 alle 22:22

        grub e` il bootloader.

        esso puo` essere installato sul primo settore del disco (mbr) oppure sul primo settore della partizione.

  7. Sanzo
    10 ottobre 2010 alle 23:04

    all clear! Gracias

  8. leo1986pc
    10 ottobre 2010 alle 23:23

    domandone: tu consigli di dividere la cartella home dalla partizione con i file di sistema, ma come faccio io a dire ai file di sistema di prendersi la home nell’altra partizione?
    più volte ho sentito dire da gente più esperta di me questa cosa, ma per paura di sbagliare non ho mai provato.
    la mia situazione dischi attualmente è: hdd 500gb con ubuntu, hdd 1,5tb con 100gb di win e 1,3tb di storage.
    l’idea era passare la home su storage (o dividere hdd 500gb in due), ma ritorno alla domanda precedente.
    grazie per l’attenzione!

    • 10 ottobre 2010 alle 23:44

      nel momento in cui si installa, scegliendo il partizionamento manuale e` possibile dire di montare la partizione voluta su /home e tutti i files personali andranno li`.

      nella tua condizione passare la home da 500 GB all’altro disco e` praticamente inutile. ti resterebbero 490 GB inutilizzati per il sistema operativo.

  9. leo1986pc
    11 ottobre 2010 alle 8:22

    quindi mi consigli di dividere il 500 e creare così una nuova partizione?

    • 11 ottobre 2010 alle 12:13

      un’installazione di ubuntu, CON LA HOME SEPARATA, ha bisogno di max 15 GB di spazio.
      se oggi hai tutto nell’unica partizione da 500 continua a tenerlo così.

      se dovrai reinstallare elimina la partizione da 500 e fanne una da 15 per la / e tutto lo spazio rimanente per la home.

      se vuoi spostare la home sull’altro disco, creala sull’altro disco ma alla root non ha senso concedere più di 15 GB di spazio che non sarà mai utilizzato.

      • Leo
        11 ottobre 2010 alle 14:52

        grazie mille! esaustivo come sempre!

  10. juhan
    11 ottobre 2010 alle 8:24

    Bel post ma avrei alcune domande, perdono ma sono un po’ miubbo su queste cose.
    Se faccio una partizione separata (punto 7) posso farla su un disco non vuoto senza perdere quello che c’è sopra? OK, faccio il backup prima ma…
    A questo punto dovrei avere le due versioni e dovrebbe, se ho capito bene, partire quella con il flag ‘boot’ in GParted; ma se ci sono problemi cosa succede? posso cambiarla in qualche modo?
    Sempre se ho capito bene posso installare anche Kubuntu e cambiare tra le due o tre a seconda del mio umore e dell’oroscopo?
    OK, smetto, anzi no: era meglio se questo lo mettevo su LQH?
    Vedo che ieri hai già parzialmente risposto (con Sanzo) ma non so se ho capito bene.
    Grazie 10^3.

    • 11 ottobre 2010 alle 12:15

      per la questione completa apri un post su LQH.
      rispondo solo a questo: il flag di boot di gparted non conta NIENTE DI NIENTE, può anche non esserci, non cambia niente.

      è il bootloader (che sta sull’mbr) a comandare.
      devi solo decidere quale grub tenere, se quello attuale o quello della nuova installazione, ma anche se sbagli non ci vuol niente a reinstallare l’altro.

Comment pages
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: