Home > Dai forum, Debian, Debianizzazione, Gnome, Guide, Linux, LQH, Pacchetti, Ubuntu > Debianizzare un programma Python #25

Debianizzare un programma Python #25

01 luglio 2010

Questa guida a puntate riporterà i passaggi necessari dalla pacchettizzazione fino all’inclusione ufficiale di un software scritto in Python (Gespeaker) su Debian e più avanti su Ubuntu. Ogni giorno per circa un mese sarà descritto un passaggio da seguire per poter debianizzare così un proprio software.

#25 Alla ricerca di uno sponsor – PAPT e PMPT

Esistono due gruppi chiamati Python Applications Packaging Team (PAPT) e Python Modules Packaging Team (PMPT) che si occupano rispettivamente di applicazioni e moduli Python.

Se si sta impacchettando un software indipendente il primo gruppo è quello a cui rivolgersi; se si sviluppa invece un modulo per Python ad uso di altri programmatori, il secondo gruppo è quello giusto.

Ulteriori informazioni e istruzioni del gruppo PAPT sono disponibili su:
http://wiki.debian.org/Teams/PythonAppsPackagingTeam
http://python-apps.alioth.debian.org/policy.html
http://alioth.debian.org/projects/python-apps/

Per il gruppo PMPT invece:
http://wiki.debian.org/Teams/PythonModulesTeam
http://python-modules.alioth.debian.org/
http://python-modules.alioth.debian.org/python-modules-policy.html
http://alioth.debian.org/projects/python-modules/

Il sito alioth.debian.org contiene un certificato emesso autonomamente per cui in caso di accesso a pagine crittografate (https) potrà essere segnalato un problema di sicurezza del certificato. E’ necessario accettare il certificato ed aggiungere un’eccezione in modo da consentire la navigazione.

L’ingresso in uno di questi gruppi segue questo percorso:

  1. Lettura del regolamento del gruppo alla pagina policy (PAPT e PMPT)
  2. Registrazione di un nuovo account su alioth o accesso nel caso se ne possegga già uno
  3. Invio di una richiesta di accesso al gruppo attraverso la pagina del progetto (PAPT e PMPT) compilando il modulo di richiesta, fornendo le motivazioni per cui si desidera partecipare al progetto
  4. Attendere l’approvazione da parte di un moderatore
  5. Accedere al canale #debian-python sul server IRC irc.oftc.net e osservare il funzionamento. Al suo interno si possono trovare anche i moderatori del gruppo che potranno autorizzare l’ingresso nel gruppo
  6. Modifica del pacchetto includendo il gruppo scelto tra i maintainers o gli uploaders nel file control
  7. Caricamento del pacchetto sul server SVN come spiegato sia nella policy sia nell’HowTo
  8. Richiedere sul canale IRC #debian-python ad un DM o a un DD la revisione del pacchetto e l’eventuale adozione.
    Se nessun DD dovesse essere disponibile è possibile aggiungere il nome del pacchetto e la versione (es. gespeaker 0.7-1) sul titolo del canale, nello spazio apposito dopo PAPT o PMPT
  9. Chiedere aiuto nel canale per eventuali dubbi su come operare

In merito al punto 6 riporto qui il nuovo file control aggiornato:

Source: gespeaker
Section: sound
Priority: optional
Maintainer: Fabio Castelli <muflone@XXXXXX.net>
Uploaders: Python Applications Packaging Team <python-apps-team@lists.alioth.debian.org>
Standards-Version: 3.8.4
Build-Depends: cdbs (>= 0.4.49), python (>= 2.5), debhelper (>= 7)
Build-Depends-Indep: python-support (>=0.6)
Homepage: http://code.google.com/p/gespeaker/
Vcs-Svn: svn://svn.debian.org/svn/python-apps/packages/gespeaker/trunk/
Vcs-Browser: http://svn.debian.org/viewsvn/python-apps/packages/gespeaker/trunk/

Package: gespeaker
Architecture: all
Depends: espeak, espeak-data, python-gtk2, python-glade2, python-gobject,
  alsa-utils | pulseaudio-utils, ${python:Depends}, ${misc:Depends}
Suggests: mbrola
Description: GTK+ front-end for eSpeak and mbrola
 Gespeaker is a GTK+ frontend for eSpeak and mbrola.
 It allows to play a text in many languages with settings
 for voice, pitch, volume, speed and word gap.
 .
 Since version 0.6 it can use mbrola package and voices to
 obtain a more realistic text reading experience.

Ogni singola modifica apportata al pacchetto deve essere inviata al server SVN in modo che sia visibile, siano visibili le modifiche eseguite e chiunque nel gruppo possa partecipare allo sviluppo del pacchetto.
Chiunque non si trovi a suo agio con i comandi SVN può utilizzare uno strumento grafico come rapidsvn.

Per entrambi i gruppi è disponibile anche il newsgroup linux.debian.maint.python

I miei pacchetti (finora 4) sono stati tutti approvati attraverso il gruppo PAPT che ringrazio profondamente.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: