gWakeOnLan 0.2

13 settembre 2009

Pubblicata la nuova versione 0.2 di gWakeOnLan, il programma che consente l’accensione di altri computer dalla rete locale.

Sono stati risolti i problemi della precedente versione che non avviava le macchina in rete locale.

Per le istruzioni e il link per il download si rimanda all’articolo su gWakeOnLan.

  1. Miguel77
    13 settembre 2009 alle 9:34

    ok, funziona correttamente.
    complimenti!

    • 13 settembre 2009 alle 11:02

      grazie Miguel

      • Miguel77
        13 settembre 2009 alle 12:06

        un unico appunto se mi posso permettere.
        dovresti aumentare la lunghezza della textbox txtMACAddress da 12 a 17 caratteri, im modo da permettere l’inserimento dell’indirizzo mac con le coppie di valori separate dai duepunti.
        altrimenti non ha senso il replace che hai inserito in

        packet = ‘FF’ * 6 + macaddress.replace(‘:’, ”) * 16

      • 13 settembre 2009 alle 12:17

        il replace che vedi li` e` basato sul parametro macaddress che viene passato alla funzione wake_on_lan usando l’elemento 2 della lista hosts, che corrisponde alla lista che vedi nell’interfaccia

        nella gui dopo l’inserimento infatti ha i due punti

        ho preferito non ammettere i due punti nell’immissione perche` apre la possibilita` a errori di compilazione.
        cosi` ritengo sia impossibile sbagliare

        ciao

  2. Miguel77
    13 settembre 2009 alle 12:49

    grazie per la spiegazione.
    ho appena cominciato ad avvicinarmi al python e sto studiando un po’ i tuoi programmi.

    ciao

  3. pinzia
    30 settembre 2009 alle 11:04

    ciao questo https://launchpad.net/awakenonlan l’hai visto?

    Non capisco se è simile alla tua applicazione.

    • 30 settembre 2009 alle 12:15

      ciao Pinzia

      quel progetto fa l’esatto opposto
      serve a configurare il WOL sulle schede di rete e lo fa richiamando ethtool da root e non ha neanche interfaccia grafica.
      non sveglia i computer spenti, ma attiva il sistema WOL in modo che un programma come il mio possa svegliarli.

      ciao

  4. pinzia
    01 ottobre 2009 alle 23:51

    ah ok figo. ma allora non si potrebbe fare un tutt’uno o magari segnalare l’esistenza dell’altro progetto?

    • 02 ottobre 2009 alle 18:35

      l’altro progetto fa tutt’altro e generalmente non serve a niente se non hai svariate interfacce di rete.
      per abilitare il wol basta eseguire sudo ethtool -s eth0 g

      non serve installare altro

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: