Home > Connessioni, Dischi, Linux, Pacchetti, Ubuntu, VirtualBox, Virtualizzazione > Utilizzare le cartelle condivise di VirtualBox

Utilizzare le cartelle condivise di VirtualBox

12 aprile 2009

Con l’installazione delle Guest Additions, VirtualBox fornisce la possibilità di condividere cartelle tra la macchina host reale e la macchina guest emulata senza la necessità di sistemi di condivisione quali NFS o Samba.

Il loro utilizzo è molto semplice ma richiede, come già detto, l’installazione delle Guest Additions di VirtualBox.

Inizialmente bisognerà condividere una o più cartelle utilizzando l’interfaccia grafica di VirtualBox, entrando nella configurazione della macchina virtuale.

Cartelle condivise

Spostarsi nella sezione Cartelle condivise che inizialmente sarà vuota e premere il pulsante aggiungi in alto a destra.

Aggiungi condivisione

Basterà indicare la cartella da condividere (qui /media/Dati) e il nome con cui stabilire la condivisione, in questo caso Dati. Il nome della condivisione è importante perché sugli ambienti Linux si fa differenza tra lettere maiuscole e minuscole. La casella di spunta è abbastanza chiara e consente di rendere la condivisione di sola lettura.

Per utilizzare la cartella condivisa all’interno della virtual machine, nel caso di linux, sarà necessario eseguire all’interno di un terminale:

sudo mkdir /media/vbox_Dati
sudo mount -t vboxsf Dati /media/vbox_Dati -o uid=`id -u`,gid=`id -g`

In alternativa il secondo comando può anche essere scritto esplicitamente eseguendo prima id -u per ritrovare l’uid e id -g per ritrovare il gid come segue:

id -u
1000
id -g
2000
sudo mount -t vboxsf Dati /media/vbox_Dati -o uid=1000,gid=2000

La cartella condivisa Dati si troverà su /media/vbox_Dati e sarà possibile sia leggere che scrivere dati.

Nel caso si utilizzasse Windows invece, è possibile montare la cartella condivisa semplicemente scegliendo Connetti unità di rete e indicando come percorso \\vboxsvr\Dati.

Annunci
  1. Danielsan
    13 dicembre 2009 alle 0:44

    Grazie per la rapida risposta, ti confermo che il file “/sbin/mount.vboxsf” esiste, la posizione “/media/rem” è corretta e il nome che ho assegnato alla cartella condivisa è effettivamente “rem”.

    • 13 dicembre 2009 alle 0:54

      verifica con lsmod che il modulo vboxvfs sia caricato
      se non dovesse esserci avvialo con sudo modprobe vboxvfs

  2. Danielsan
    13 dicembre 2009 alle 1:05

    Non vorrei che come al solito mi stessi confondendo.
    Le prove che mi ha fatto eseguire le ho praticate all’interno della macchina guest.
    Il modulo vboxfs non era nella lista di lsmod (ho usato lsmod | grep vbox), al ché ho caricato il modulo come mi hai suggerito ma la risposta è stata: “FATAL: module vboxfs not found”.

    • 13 dicembre 2009 alle 1:06

      copia bene quello che ho scritto

  3. Danielsan
    13 dicembre 2009 alle 1:34

    Ho risolto riavviando e cambiando il kernel penso che per una sfortuna coincidenza proprio oggi i backports della 9.04 hanno scaricato la versione 17 del Kernel.
    Ritornando alla precedente versione, la 16, il comando che suggerisci in apertura funziona correttamente.
    Forse l’ultimo Kernel non è compatibile oppure devo ricompilare i driver all’ultimo kernel scaricato? (ma con quale comando?)

    In ogni caso grazie per l’aiuto e per il tempo dedicatomi.

    • 13 dicembre 2009 alle 1:49

      il modulo di virtualbox viene compilato ad ogni avvio attraverso dkms, basta avere installate le headers del kernel.

      per compilarlo invece a mano puoi eseguire sudo /etc/init.d/virtualbox setup
      e ovviamente leggere gli eventuali errori riportati.

  4. chico
    03 febbraio 2010 alle 19:17

    Ciao, io sto cercando di usare la cartella condivisa su windows emulato da virtualbox, ma la vboxsvr non compare nel network… avrei bisogno di una mano… =)

    Grazie

    • 03 febbraio 2010 alle 20:12

      probabilmente non hai installato le guest additions su windows virtualizzato.

  5. chico
    03 febbraio 2010 alle 20:42

    ok, vediamo se ho capito, devo installare le guest addizionali, su dispositivi della finestra su cui sta girando windows?

    • 03 febbraio 2010 alle 20:51

      ovviamente si.

      (ti ricordo che questo e` un blog su ubuntu)

  6. chico
    03 febbraio 2010 alle 20:58

    Ti ringrazio molto, le mie conoscenze di ubuntu sono alquanto limitate…

  7. Felice
    04 marzo 2010 alle 0:30

    Grazie 1000,
    Chiara, essenziale ma non banale ed esaustiva… la tua guida mi ha davvero aiutato.
    Saluti,
    Felice

    • 04 marzo 2010 alle 0:31

      sembra la pubblicita` del sambuca molinari 😀
      lieto ti sia stata utile. ciao Felice

  8. Gaetano
    08 marzo 2010 alle 17:21

    Mi sembra di aver capito che queste istruzioni vanno bene con windows ospitato in virtuale dentro ubuntu. A me serve di fare l’opposto, cioè ospitare ubuntu in virtuale dentro windows. Purtroppo in ufficio non posso usare ubuntu come sistema operativo di base, ma io non ne so fare a meno. Sai darmi qualche indicazione ? Complmenti per le ottime guide, per noi neofiti sono davvero preziosissime. In confronto ad altre le tue sono particolarmente chiare. Grazie in anticipo.

    • 08 marzo 2010 alle 20:07

      c’e` spiegato nell’ultimo paragrafo come usare le cartelle da windows.

  9. alex
    19 marzo 2010 alle 10:01

    ciao vorrei collegare con cartella condivisa la Host di Karmic con la guest di karmic, ma è possibile?
    Ti ringrazio in anticipo

    • 19 marzo 2010 alle 13:23

      sono proprio le istruzioni qui riportate

  10. 02 novembre 2010 alle 14:29

    Ciao muflone, io sto virtualizzndo ubuntu guest su arch host. Ho seguito la tua guida, ma mi dà sempre questo errore:
    /sbin/mount.vboxsf: mounting failed with the error: No such device
    eppure ti assicuro che ho creato la cartella condivisa…

    • 02 novembre 2010 alle 15:06

      vuol dire che non hai installato le guest additions, oppure non sono caricate all’avvio.

      • 02 novembre 2010 alle 15:30

        no, le ho installate correttamente, e sono anche caricate perché vedo ho lo schermo a risoluzione alta…
        tra l’altro ho anche problema con le usb (con le quali potrei ovviare al problema): quando vado su dispositivi>USB ho le voci spente. Ho anche provato ad impostare un filtro come hai scritto nella tua guida…

      • 02 novembre 2010 alle 15:53

        c’è il file /sbin/mount.vboxsf ?

Comment pages
  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: