Home > Comandi Console, Dischi, File System, Linux, Partizioni, Sistema, Ubuntu > Convertire una partizione da ext3 a ext2

Convertire una partizione da ext3 a ext2

05 gennaio 2009

Visto come è possibile convertire una partizione da ext2 a ext3 vediamo adesso l’operazione inversa, tornare da una partizione ext3 con journaling alla semplice ext2.

L’operazione si rende utile quando è necessario operare con strumenti nati per ext2, vedremo più avanti un esempio. Prima di procedere è importante ricordare che ext3 è compatibile all’indietro con ext2, quindi in ogni momento è possibile utilizzare la partizione come ext2, semplicemente montandola come fosse una ext2.

Supporremo di dover operare sulla partizione sdb1, la prima del secondo disco del sistema. Occorre innanzitutto smontarla e assicurarsi che non sia ancora montata:

sudo umount /dev/sdb1
mount | grep sdb1

I due comandi precedenti non dovrebbero restituire alcun output in caso di una condizione normale.

Prima di eseguire la conversione si raccomanda una copia dei dati nella partizione per prevenire perdite accidentali e il controllo del file system per evitare disastri in caso di errori antecedenti alla conversione:

sudo e2fsck -f /dev/sdb1
e2fsck 1.40.8 (13-Mar-2008)
Passo 1: Controllo di inode, blocco(i) e dimensioni
Passo 2: Analisi della struttura delle directory
Passo 3: Controllo della connettività di directory
Pass 4: Controllo del numero dei riferimenti
Pass 5: Checking gruppo summary information
Storage: 4004/3908128 files (24.5% non-contiguous),
3914550/7803573 blocks

L’esito sopra mostrato è positivo e non ha rilevato nessun tipo di anomalia sul file system. Non procedere alla conversione fino a che non siano stati risolti tutti gli errori sulla partizione, l’effetto potrebbe essere disastroso.

Superati i controlli di routine sarà possibile effettuare la conversione come segue:

sudo tune2fs -O ^has_journal /dev/sdb1
tune2fs 1.40.8 (13-Mar-2008)

L’output risultante dovrebbe mostrare solo informazioni su tune2fs e nulla di più. Il parametro -O (o maiuscola, non zero) assegna caratteristiche al file system, nello specifico l’impostazione has_journal, che preceduta da ^ nega la condizione, rimuovendo quindi il journal della partizione.

Rieseguire il controllo del disco per prevenire errori successivi:

sudo e2fsck -f /dev/sdb1

Se anche questo va a buon fine montare la partizione manualmente ed eliminare l’eventuale file .journal rimasto nella partizione come segue:

sudo mount -t ext2 /dev/sdb1 /mnt
sudo rm -f /mnt/.journal
sudo umount /mnt

La conversione è completata, ricordarsi eventualmente soltanto di modificare il file fstab per montare la partizione come ext2 anziché ext3.

sudo nano /etc/fstab

Al termine della modifica uscire con CTRL+X.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: