Home > Comandi Console, Dischi, File System, Linux, Partizioni, Sistema, Ubuntu > Convertire una partizione da ext2 a ext3

Convertire una partizione da ext2 a ext3

05 gennaio 2009

Il file system ext2 da tanti anni usato su Linux ha ormai lasciato il posto al suo successore ext3, provvisto di journaling e in grado di aumentare la sicurezza delle operazioni, limitando i danneggiamenti in caso di crash del sistema o cali di corrente.

Per convertire una partizione esistente da ext2 a ext3 basterà un semplicissimo comando da terminale ma prima di tutto assicurarsi di smontare la partizione e non utilizzarla:

sudo umount /dev/sdXY

Sostituire naturalmente X con la lettera del dispositivo e Y col numero della partizione, ad esempio:

sudo umount /dev/sdb1

Ciò smonterà sdb1 ovvero la prima partizione del secondo disco. Fatto ciò verificare con mount che essa non sia montata:

mount | grep sdb1

Se venisse restituito qualcosa è altamente probabile che la partizione sia montata, rifare l’operazione e verificare attentamente l’output di umount.

Se non è possibile smontare la partizione perché ad esempio si tratta della partizione di boot, chiudere tutti i programmi e rimontarla in sola lettura con:

sudo mount -o remount,ro /dev/sdb1

Verificare l’effettiva operazione controllando con mount:

mount | grep sdb1
/dev/sdb1 on /boot type ext2 (ro)

Notare il ro alla fine che indica in sola lettura (read only).

Non procedere se la partizione non è stata smontata o al limite montata in sola lettura. Potrebbero verificarsi gravi perdite di dati o danneggiamenti al file system.

E’ adesso possibile convertire la partizione da ext2 a ext3:

sudo tune2fs -j -c 30 /dev/sdb1
tune2fs 1.40.8 (13-Mar-2008)
Impostazione del numero massimo di mount a 30
Creazione dell'inode del journal: fatto
Questo filesystem verrà automaticamente controllato ogni 30
montaggi, o 180 giorni, a seconda di quale venga prima.
Usare tune2fs -c o -i per cambiare.

Il parametro -j servirà per chiedere l’aggiunta del giornale fondamentale per ext3, mentre il parametro -c 30 indicherà il numero di montaggi dopo il quale scatterà il controllo automatico.

Fatto ciò la partizione verrà convertita in ext3. Al termine montare la partizione con

sudo mount -t ext3 /dev/sdb1 /mnt

Se durante il montaggio venisse riportato l’errore:

mount: wrong fs type, bad option, bad superblock on /dev/sdb1,
       missing codepage or helper program, or other error
       In alcuni casi si possono trovare informazioni utili in syslog.
       Provare ad esempio 'dmesg | tail'

Lanciare il comando indicato dmesg | tail.

ext3: No journal on filesystem on sdb1

Se venisse riportato l’errore indicato è segno di una non avvenuta conversione in ext3, cioè si tenterà di montare una partizione ext2 come se fosse ext3 senza la presenza del giornale. Ripetere l’operazione di aggiornamento controllando i dati inseriti.

Prima di concludere ricordare di aggiornare il file /etc/fstab indicando di montare la partizione come ext3 anziché ext2:

sudo nano /etc/fstab

Per avviare l’editor per la modifica. Uscire con CTRL+X e salvare quando richiesto.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 24 ottobre 2010 alle 11:02
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: