Home > Connessioni, Gnome, Guide, Linux, Ubuntu, Windows > Condividere una cartella con Samba su Ubuntu 8.04

Condividere una cartella con Samba su Ubuntu 8.04

17 agosto 2008

Ne avevamo già parlato in passato, su Ubuntu 7.10 la condivisione delle cartelle richiedeva giusto un paio di click, sempre che non si verificassero problemi col nome del computer. Poi se gli utenti che accedono fanno parte di una rete Windows il discorso si complica un po’, rischiando infine di dover effettuare una configurazione avanzata di Samba.

Su Ubuntu 8.04 questa storia non si ripete, la condivisione delle cartelle con Samba e con Windows è diventata davvero semplice.

Il vecchio pannello di configurazione di Samba (shares-admin) è stato nascosto dai menu, perché ormai inutile per una semplice condivisione di cartelle. Basterà un click col tasto destro sopra una cartella e scegliere Opzioni di condivisione.

Sarà presentata una finestrella sintetica inizialmente senza la spunta su Condividere questa cartella. Basterà cliccare sulla spunta per consentire alla condivisione della cartella.

Se non era stato installato in precedenza il servizio Samba verrà richiesto di installarlo, cliccando sul pulsante Installa servizio. Quando richiesto immettere la propria password per avviare l’installazione.

L’installazione del servizio Samba procederà automaticamente, basterà premere Chiudi al termine dell’installazione. A questo punto della procedura, anche se non indicato si raccomanda di disconnettere il proprio utente dal menu Sistema – Esci – Termina sessione, quindi accedere nuovamente e riavviare la condivisione, per consentire l’applicazione dei permessi al proprio utente.

Al termine dell’installazione si tornerà automaticamente alla finestra della condivisione, la prima spunta consente la condivisione normale mediante utenti registrati sul sistema, ovvero soltanto chi possiede un utente e la relativa parola d’ordine potrà accedere alla condivisione.

La seconda spunta Consentire ad altre persone di scrivere in questa cartella regola la possibilità di far apportare modifiche all’interno della cartella, senza la quale avremmo una condivisione in sola lettura.

L’ultima spunta Accesso ospite consente anche ad utenti anonimi, senza un proprio utente sul sistema, di accedere alla cartella, impersonando l’utente nobody. Ciò significa che chiunque potrà accedere alla condivisione, leggere i files condivisi e apportare modifiche se è stato scelto di consentire la scrittura.

Cliccare Crea condivisione per confermare i dati immessi e controllare i permessi della cartella, se compatibili con quelli qui scelti.

Se è stato scelto di consentire l’accesso agli utenti anonimi sarà necessario reimpostare i permessi alla cartella e la finestra successiva consentirà di farlo automaticamente.

Fatto ciò la condivisione è terminata, è possibile provare sin da subito a connettersi alla condivisione Samba tramite Ubuntu oppure con Windows.


Qualora si presentasse la seguente situazione in cui si illumina di rosso il nome della condivisione e in fondo è mostrato il messaggio di errore “net usershare” ha restituito l’errore 255: net usershare: cannot open usershare directory /var/lib/samba/usershares. Error Permesso negato nessuna paura.

Se non si è riavviata la sessione dopo l’installazione di Samba, procedere al riavvio e ritentare l’operazione, quasi sicuramente l’errore andrà via, il nostro utente ha guadagnato il permesso al gruppo sambashare ma senza riavvio della sessione, non ne potrà godere.

Qualora anche dopo il riavvio venisse mostrato lo stesso errore è necessario intervenire sul gruppo degli utenti sambashare.

Avviare la gestione dei gruppi di utenti dal menu Sistema – Amministrazione – Utenti e gruppi (consultare l’articolo sulla configurazione dei gruppi in caso di dubbi), cliccare il pulsante Sblocca per consentire le modifiche ai permessi e quindi su Gestisci gruppi.

Cliccare sul gruppo sambashare e quindi sul pulsante Proprietà. Nella finestra mostrata immettere la spunta sopra il nostro utente, nella figura paperotto. Confermare il tutto con OK, chiudere tutto, disconnettere la sessione e rilanciare la condivisione.


Per chi si chiedesse che fine ha fatto la vecchia finestra di amministrazione delle condivisioni, è ancora presente, richiamabile con ALT+F2 e scrivendo il comando shares-admin. Tuttavia col nuovo metodo di condivisione di Samba, le singole cartelle condivise mediante Nautilus non saranno visibili; sarà invece possibile cambiare il nome del gruppo di lavoro e decidere quali utenti potranno accedere con Samba.

Il file /etc/samba/smb.conf non conterrà le condivisioni create mediante Nautilus. Le nuove condivisioni potranno trovarsi su /var/lib/samba/usershares dove ogni file identificherà una condivisione personale.

  1. harrykar
    02 marzo 2009 alle 18:43

    scusami l’ ultimo output e’ stato un errore di typing. Sembra che li ritrova logicamente non dovrebbe.Cmq si e’ appurato che il firewall c’entra.

    harrykar@harrykar-desktop:~$ smbclient //192.168.1.3/SharedDocs
    Enter harrykar’s password:
    Domain=[ACER] OS=[Windows 5.1] Server=[Windows 2000 LAN Manager]
    smb: \> ls
    . DR 0 Sun Mar 1 16:44:53 2009
    .. DR 0 Sun Mar 1 16:44:53 2009
    Clemente D 0 Fri Dec 5 09:44:21 2008
    Collegamento a programs.lnk A 691 Fri Dec 26 10:09:59 2008
    desktop.ini AHS 130 Mon Mar 2 10:37:15 2009
    FF_backup D 0 Sat Nov 1 09:16:52 2008
    GLUBBLE.txt A 41 Sat Nov 1 09:44:13 2008
    Immagini DR 0 Tue Jan 20 03:30:12 2009
    Mie pagine Web D 0 Fri Jan 23 10:05:51 2009
    Musica DR 0 Mon Dec 29 11:42:49 2008
    Nds D 0 Mon Oct 20 00:18:24 2008
    PASSO-DOPO-PASSO-con-PYTHON.pdf A 4748857 Wed Dec 24 00:10:14 2008
    PcProfessionale D 0 Thu Jan 1 20:41:27 2009
    Special Edition Using Microsoft Windows XP Professional, 3rd Edition (2004).chm A 42074563 Thu Apr 3 09:09:16 2008
    sun D 0 Sun Mar 1 08:52:03 2009
    Video DR 0 Thu Nov 13 19:39:18 2008
    wwwbabis D 0 Thu Nov 27 23:11:03 2008

    57235 blocks of size 2097152. 1958 blocks available
    smb: \>

  2. 03 marzo 2009 alle 14:29

    non conosco firestarter in dettaglio quindi non posso aiutarti, forse un giorno lo installerò per provare

    potresti provare ad aggiungere il computer ACER al file /etc/hosts che potrebbe aiutarti nella risoluzione del nome, almeno l’errore sembra lì (0.0.0.0)

    ciao

  3. astaroth
    11 maggio 2009 alle 22:05

    a me restituisce questa riga –> «net usershare» ha restituito l’errore 255: net usershare add: cannot share path /media/disk/song as we are restricted to only sharing directories we own.
    Ask the administrator to add the line “usershare owner only = false”
    to the [global] section of the smb.conf to allow this.

    mi protreste dire cosa significa e cosa devo fare

    • 11 maggio 2009 alle 23:48

      hai i permessi di scrittura su /media/disk/song ?
      sembra tu non sia il proprietario di quei files e dice che non puoi condividere quella dir

      puoi aggirare l’ostacolo aggiungendo

      usershare owner only = false
      con sudo gedit /etc/samba/smb.conf

      ma la soluzione piu` semplice probabilmente sarebbe montare il disco disk in modo da essere proprietario di quei files, senza alterare la configurazione di samba

  4. sara
    11 ottobre 2009 alle 18:23

    Ciao! A me esce

    «net usershare» ha restituito l’errore 255: net usershare add: cannot convert name “Everyone” to a SID. Access denied.

    Ho anche provato ad aprire Nautilus come root e non cambia nulla; inoltre appartengo già al gruppo sambashare.

    Puoi aiutarmi?😦

    • 12 ottobre 2009 alle 22:07

      stai usando ubuntu hardy 8.04?
      hai installato gli aggiornamenti? questo bug era presente nella prima versione di hardy

  5. gildo
    28 dicembre 2009 alle 13:34

    Ciao,

    da XP ottengo accesso negato sulla cartella condivisa che risiede sul filesystem di Ubuntu. Ho questo in smb.conf:

    [ischia_files]
    path = /home/ischia/ischia_files
    available = yes
    browsable = yes
    public = yes
    writable = yes
    create mask= 0777
    directory mask = 0777
    guest ok = no

    ho anche creato l’utente con smbpasswd ma comincio a pensare che sia un problema di winzozzo…

  6. pietro
    27 maggio 2011 alle 9:30

    nn ce l’ha faccio

  7. pietro
    27 maggio 2011 alle 9:31

    scusate ho sbagliato indirizzo mail

Comment pages
1 6 7 8
  1. 29 aprile 2009 alle 23:14
  2. 12 gennaio 2010 alle 11:17
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: