Home > Connessioni, Gnome, Guide, Linux, Sistema, Ubuntu, Windows > Accedere al computer da remoto (Client)

Accedere al computer da remoto (Client)

16 febbraio 2008

Terminal Server Client

Abbiamo visto come consentire ad altri utenti di collegarsi al nostro computer utilizzando il servizio VNC di Ubuntu, chiamato Vino. Vediamo stavolta come collegarci ad un computer remoto che ha in esecuzione un server VNC, utilizzando il Terminal Server Client di Ubuntu.

Client per terminal server

Sotto Applicazioni, all’interno del menu Internet troviamo il Client per terminal server, si tratta di un client per più servizi di connettività come VNC, RDP (il terminal services di Microsoft), XDMCP (un servizio di accesso per Linux), ICA (il servizio della Citrix, simile a RDP).

Client per terminal server La sua interfaccia grafica è molto semplice e richiede generalmente la sola scelta dell’indirizzo del servizio a cui connettersi e del protocollo da usare.

Il servizio vino di Ubuntu è basato sul protocollo VNC, quindi per simulare questa connessione utilizzeremo il protocollo VNC e indicheremo l’indirizzo IP a cui connetterci (nel nostro caso 192.168.1.2).

Tutte le altre opzioni per il momento non ci interessano, limitiamoci a premere Connetti e se sarà necessario, ci verrà richiesta la password per l’accesso.

VNC Authentication

Collegamento avvenutoInseriamola e confermiamo premendo Invio. Se tutte le informazioni sono corrette e il servizio VNC/Vino è in esecuzione saremo collegati al sistema. Possiamo svolgere qualsiasi operazione sul computer a cui siamo connessi, come se stessimo di fronte a quel sistema.

VNC PopupIl tasto F8 svolge una funzione particolare: richiama un menu dal quale sarà possibile scegliere se chiudere il collegamento al sistema, aprire la finestra a pieno schermo, trasferire gli appunti dal sistema locale a quello remoto oppure viceversa, inviare la sequenza di tasti Control+Alt+Canc, inviare il tasto F8 al sistema collegato, regolare la codifica usata per la creazione dell’immagine o degradare l’immagine a 8 bit (256 colori) per accelerare la velocità di trasferimento delle videate. La prima opzione Dismiss popup si limita a chiudere il menu popup, aperto magari per errore.

Tornando al Client per terminal server osserviamo le altre opzioni, regolandole per collegarci ad un sistema Windows mediante RDP.

Client per terminal server - Generale Client per terminal server - Schermo Client per terminal server - Risorse locali

Dalla scheda Generale sceglieremo il protocollo RDP per collegarci ad un sistema Windows 9x/NT4/2000 oppure RDPv5 per un sistema Windows XP/2003. Immetteremo anche il nome utente (Administrator) per evitare che venga usato direttamente l’utente del nostro sistema Ubuntu. E’ anche possibile immettere la password che verrà usata al collegamento, altrimenti ci verrà richiesta in seguito.

Nella scheda Schermo possiamo decidere la modalità grafica da utilizzare, noi abbiamo limitato l’area a 640×480 pixel. Su Risorse locali possiamo decidere come riprodurre l’audio, ovvero lasciarlo sul sistema originale oppure trasferirlo al nostro sistema o non riprodurlo affatto; inoltre possiamo scegliere la mappatura della tastiera da utilizzare.

Client per terminal server - Programmi Client per terminal server - Prestazioni

La scheda Programmi consente di avviare un programma automaticamente alla connessione, per esempio uno script di accesso. L’ultima scheda Prestazioni consente di disabilitare certe opzioni previste dal protocollo, ad esempio utilizzare un cache per velocizzare le operazioni di trasferimento o nascondere i bordi delle finestre del gestore delle finestre e altre.

I pulsanti in basso infine consentono di salvare e ricaricare le impostazioni per avere un accesso rapido ai sistemi memorizzati. Quando una sessione viene salvata viene riportata nella casella in basso a sinistra, ciò consentirà il collegamento rapido al sistema con un solo click sulla voce salvata.

Connessione a Windows Server 2003

Poiché abbiamo scelto di non immettere alcuna password nella configurazione, connettendoci al sistema ci verrà presentata la finestra di collegamento di Windows 2003 con l’utente da noi indicato. Inseriamo la password e potremo utilizzare quel sistema da remoto.

Per abilitare il supporto XDMCP sul Client per terminal server è necessario installare il pacchetto xnest mentre per il supporto ICA serve il client di ICA per Linux.

  1. MIRCO
    08 maggio 2011 alle 9:21

    Ho un problema, che non riesco in nessun modo a fare vedere nel server W2003 le mie stampanti locali. Mi collego da casa (Ubuntu 10.10) all’ufficio (w2003) e dovrei stampare. Chi mi sa dire qualcosa? Grazie. Mirco

Comment pages
I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: